Carta della qualità del servizio

businessman che scrive

Informazioni relative alla carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all’articolo 5 del TQRIF, al posizionamento della gestione nell’ambito della matrice degli schemi regolatori e agli standard generali di qualità di competenza del gestore

Carta della qualità del servizio

Ai sensi all’articolo 5 del TQRIF l'Ente Territorialmente Competente approva per ogni singola gestione una carta della qualità del servizio integrato di gestione rifiuti urbani, con obbligo di pubblicazione da parte del Comune a partire dal 01/01/2023.

La carta della qualità del servizio integrato di gestione rifiuti urbani del Comune di Monterotondo Marittimo sarà messa a disposizione e liberamente consultabile una volta approvata dall'assemblea dll'Ente Territorialmente Competente, ATO Toscana Sud.

In particolare si segnala che al punto 6.3 della carta della qualità sopra citata è contenuta l’indicazione, per ogni servizio, degli obblighi, degli indicatori e degli standard che permettono all’utente di verificare la qualità del servizio offerto.

Come previsto dal Testo integrativo in tema di trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti, si segnala la percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune nei tre anni solari precedenti a quello in corso:
- 2019: 69,52%
- 2020: 71,56%
- 2021: 69,86%

Posizionamento schema regolatorio - art. 5 Tqrif

Ai sensi dell'art. 3 del TQRIF, l'Ente territorialmente competente, vale a dire ATO Toscana Sud, ha individuato con la Delibera di Assemblea di Ambito n. 26 il posizionamento della gestione dell'Ambito nello schema regolatorio I.

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti; in tali casi il testo della comunicazione viene reso noto al gestore tramite il sito internet dell’Autorità e deve essere pubblicato sul sito internet dei soggetti di cui al precedente comma 2.2 entro 30 (trenta) giorni solari dalla pubblicazione sul sito web ARERA.